MAYA, MATRIX LA REALTÀ FITTIZIA E IL CERCATORE DELLA VERITÀ



Spesso mi sono chiesta cosa potesse essere il risveglio, la presa di coscienza. Perché quando inizi questo percorso si finisce in quella parte di esistenza definita dagli operatori di sistema, dai politici, dai mas-media e dalle persone comuni, complottista? Cosa li accomuna?




Oggi ci sono persone che non riescono più a chinare la testa ed obbedire ciecamente ed automaticamente e mettono in dubbio alcuni assunti spacciati come verità assoluta buona e giusta, costoro sono chiamati complottisti. 
Sei complottista se osi dire che la medicina non lavora per il bene e la salute dell'individuo; 
Sei complottista se alzando gli occhi ti rendi conto che le nuvole non sono più quelle di quando eri bambino e giocavi immaginando di vedere delle figure nell'azzurro del cielo e ti domandi come mai sono differenti e perché gli aerei lasciano delle scie che durano tantissimo; 
Sei complottista se ti soffermi a pensare che ciò che è stato insegnato da generazioni, ad esempio l'uomo discende da una scimmia non sempre è avvalorato con prove concrete anche se poi viene divulgato il famoso "metodo scentifico"dove una qualsiasi teoria viene assunta solo se è dimostrata scientificamente, e vorresti spiegazioni più realiste, più sensate; 
Sei complottista se iniziando a cercare notizie differenti, e trovando un lato nascosto degli eventi, decidi che forse sarebbe il caso di condividere ciò che scopri perché comprendi che la conoscenza su cui è fondata la vita è una grandissima menzogna costruita alla perfezione. 

Ed ecco che la ricerca del lato nascosto prende il suo significato: 

la tua vita è una grandissima mistificazione.


Arrivati a questo punto inizia la fase che ho deciso di definire destrutturazione. 




Se da un lato la ricerca porta a scoprire avvenimenti differenti dall'altro, pian piano, opera nella parte più recondita attuando un lavoro di pulizia che conduce il ricercatore a sempre nuove domande e approfondimenti che procurano uno svuotamento. Infatti ad un determinato momento ci si sente, oltre che indignati, arrabbiati e defraudati, anche svuotati. 

Ecco, in questo istante il panico si fa strada perché se per gran parte della vita si è stati convinti che si era qualcuno, di essere dei consapevoli che sapevano e che possedevano certezze sacrosante, con l'esperienza del "complottismo" non è più così.

L'unica certezza che ci si ritrova tra le mani è il comprendere di non sapere nulla, di essere ignorante, di essere nulla. 

Questo momento è tragico e destabilizzante e non tutti lo accettano. Arrivare nel mezzo del cammin della propria vita e rendersi conto di essere una nullità, richiede un atto di estremo coraggio e di grande umiltà, e ci si rende conto che per andare avanti bisogna veramente fare tabula rasa e incominciare tutto dall'inizio. 

Nella ricerca affannosa di comprensione si svelano differenti informazioni e così si viene a scoprire il differente sapere, quello che pochi conoscevano come ad esempio Ermete Trimegisto con i suoi scritti; leggi fisiche che a scuola non vengono menzionate; conoscenze mediche differenti; avvenimenti storici o che vedono come protagonisti persone di cui a volte non si sapeva nemmeno della loro esistenza o che nascondo diversi scenari che mai avresti immaginato possibili. 

Immancabilmente ho notato che entra anche la presa di conoscenza della massoneria e lì si apre un mondo totalmente nuovo che fa aumentare ancor di più la rabbia interiore. Quindi anche se per un'intera vita non ci si è mai interessati al mondo dell'ufologia, anche questa bussa alla tua attenzione, per non parlare della questione della fede e delle varie religioni.

Contemporaneamente scopri la PNL che divulga la legge di attrazione o di risonanza; leggi in alcuni siti che tu sei un Dio e che la realtà sei tu a costruirla, che il fuori, al quale l'educazione ti insegna a rapportati per imparare ed adeguarti è la trasposizione di come sei dentro. Nell'ambito della cultura cristiana entrano, in modo prorompente, il concetto di Karma e darmha, di un tribunale di Arconti che, capeggiati da Anubis, valutano le tue pendenze e i tuoi crediti. Incontri ricerctori, archeologi, anche datati, che nei loro testi narrano una genesi storica umana assai differente e senti parlare per la prima volta di Annunaki, Lemuriani, Iperborei. Quindi non si può trascurare l'importanza della fisica perché ti aiuta a comprendere concetti che fino a poco tempo prima sarebbero stati solo buoni pensieri per un bel film di fantascienza. (multiversi, manipolazione del DNA in ere in cui l'uomo avrebbe dovuto essere un troglodita che si aggirava coperto di pelli e con una clava tra le mani e emetteva soli rumori gutturali, astronavi, i Vimana, in ere troppo antiche, wormhole, viaggi nel tempo, passaggi dimensionali...)

Così se prima ti sei sentito vuoto, ora non sai più come girarti, hai una grande confusione in testa percepisci che alcuni punti sono giusti ma non riesci a focalizzarli. 

Stressato e incasinato quasi quasi vorresti tornare indietro, rimpiangi i momenti di oblio in cui vegetavi compiendo azioni già prestabilite ma che ti facevano sentire sicuro, forte e potente.

Nel film Matrix c'è un personaggio che ad un certo punto dice questa frase:



Alcuni faranno come Cypher e sceglieranno la Matrix, altri vivranno attimi di smarrimento, ma poi , nel loro cuore sentiranno una forza che li sprona ad andare avanti e comprenderanno che tornare indietro non è più possibile in quanto non riuscirebbero più a far finta di niente! Ora sanno quanto male hanno fatto coloro a cui ci si era affidati ciecamente, in  maggioranza in buona fede, dal primo giorno in cui si è venuti in questo mondo. 

Vivi in continui alti e bassi e spesso ti senti anche isolato perché se provi a condividere quello che hai scoperto con il tuo entourage, novantanove a cento, sarai deriso. 

La domanda che maggiormente assilla è "Chi sono? Vorresti darti una risposta ma non la possiedi ancora. Capisci solo di essere in un tutto che è nulla allo stesso tempo. Posso darti un piccolo consiglio? Non sentirti un complottista, non lo sei assolutamente, tu non stai creando una congiura, anzi vuoi demolire quella in cui siamo immersi, vuoi portare alla luce le menzogne, i mali che ci stanno distruggendo giorno dopo giorno.

In questo momento riconosciti  di essere un cercatore di Verità.



Ecco non sentirti complottista, sii cercatore di quella verità che non sarà negli scritti dei Maestri famosi, nella fisica, nella differente storia, nella differente visuale economica o medica; non verrà dalla moltitudine di libri che leggerai, la verità, se sarai propenso a buttare via tutto, giungerà da dentro e ti lascerà senza fiato.

Potrai anche leggere tutti gli scritti ermetici, buttarti nella filosofia, nella comprensione della conoscenza dell'antico Oriente, sappi però che tutto, ma proprio tutto è menzogna. 

Ciò che leggerai è la spiegazione della Matrix di questo mondo virtuale in cui sei prigioniero e se cerchi la libertà devi ancora compiere l'atto estremo svuotarti e liberarti da ogni legame, da ogni credenza, da tutti i costrutti millenari che sono dentro di noi.

Approfondire la storia, le scienze, serve per comprendere in quante bugie hai vissuto. Sporcarsi facendo dei giri nei bassi fondi dell'evoluzione umana è utile perché arrivi al punto da essere totalmente stomacato e avere il rigetto di questa struttura opprimente, egoista, egoica e autoreferenziale e senti il bisogno di rinascere a nuova vita di riprendere la vera boccata di ossigeno perché fino ad ora tutti noi siamo stati immersi in un etere di cloroformio.

Solo così espanderai la tua coscienza fino al punto che un bel giorno saprai chi sei e la risposta ti giungerà serena e chiara da dentro di te.

Come espandere la propria coscienza?

Innanzitutto serve superare le restrizioni in cui siamo immersi, e ce ne sono parecchie. Vediamone alcune:

1) Il corpo fisico e la materia 
Viviamo convinti di esistere su un pianeta appartenente ad un sistema solare di una galassia dell'Universo, oggi la fisica parla di multiversi ma per duemila e più anni abbiamo creduto che c'era solo questo universo. (anche i multiversi sono parte della finzione)
Crediamo nel nostro corpo nelle cose che tocchiamo; la verità, la realtà è questa, altro non c'è e se anche crediamo nella possibilità di una vita dopo la morte, non ne siamo totalmente certi, è per questo che tutti viviamo la paura della morte e ci sbattiamo per mantenere il più lungo possibile il nostro soggiorno sulla Terra. Sappiamo dove siamo ma non sappiamo cosa ci sarà dopo.

Perciò innanzitutto bisogna accettare l'esistenza della coscienza al di fuori del corpo fisico, l'esistenza dei corpi sottili e l'esistenza di altri mondi, livelli, settori e dimensioni.


2) il sapere del potere
Per conoscere ci rifacciamo continuamente alle dichiarazioni e alle scoperte degli accademici accreditati dal potere;  siamo così imbrigliati nel meccanismo, bisogna superare l'oppressione causata dai cosiddetti esperti, come gli scienziati, i medici, gli psicologi, i sacerdoti, i falsi maestri, i falsi mistici.


3) la morale del potere
Crediamo nei valori che vengono instillati mediante l'educazione, perciò se ci viene insegnato che essere etero sessuali è giusto siamo tutti allineati e emarginiamo il diverso ma se poi cambiano i paradigmi noi seguiamo la nuova forma; da brave pecorelle ubbidienti e cieche andiamo dietro ad ogni invenzione morale senza mai mettere in dubbio nulla.
Bisogna superare l'indottrinamento, il pregiudizio, il ridicolo, l'intolleranza e i pregiudizi non importa da dove questi provengono. La sua origine può essere la famiglia, le tradizioni della società, la cultura, l'istruzione, la religione, ecc. Queste fonti sono contaminate con i frutti della società.


4) la manipolazione del potere
Da tempo immemore siamo soggetti a programmi di manipolazione fisica e mentale.
Per la fisica la manipolazione del DNA da parte degli Annunaki (per i sumeri), Nephilim, Elohim (plurale di Dio)(nell'antico testamento), e Mardukians (per i babilonesi). La parola “Anunnaki” significa, letteralmente, “coloro che dal cielo sulla Terra sono venuti”. Nell’Antico Testamento questi visitatori “celesti” vengono chiamati: “Anakim”.
Questa storia è documentata su tavolette di argilla rinvenute in Mesopotamia, ma è anche presente in altri documenti di natura scientifica.





Il 16 Febbraio 2000 la rivista Science ha pubblicato un report di alcuni membri dell" Human Genome project" che evidenzia una scoperta imbarazzante. Analizzando il genoma umano sono stati ritrovati 223 geni che “non hanno predecessori nella storia evolutiva del DNA”, come se improvvisamente al genoma umano fossero stati aggiunti 223 geni in qualche maniera. Questo fenomeno, provocato volutamente in laboratorio in alcuni casi e chiamato Trasferimento Orizzontale di Geni (Horizontal Gene Transfert).

Altre ricerche sul DNA umano hanno evidenziato che nel cervelletto, che fa parte del cervello rettiliano, esiste un gene che possiede solo l'uomo e sembra sia comparso ad un certo punto nella storia umana (tra 1 e 6 milioni di anni fa).

Per quanto riguarda la manipolazione mentale  la prima tra tutte è stato quella di riconoscere capacità divine ad entità, a forme di energie uguali a noi ma che essendo più antiche avevano più tecnologie e conoscenze e sentendoci inferiori ci siamo lasciati governare diventando nel tempo burattini.
Inoltre per fermare la capacità intellettiva sono state instaurate abitudini non proprio benefiche come l'acol, le droghe, i farmaci...e il concetto di caste sociali.
Bisogna superare la contaminazione della mente esterna, e la programmazione che si è verificata. Questa programmazione sta accadendo per molto, molto tempo, sia direttamente sia con determinati alimenti, alcol, droghe, sesso, ecc., e indirettamente attraverso la malattia, radiazioni, emozioni, influenza della ricchezza e povertà. La sempre maggiore informazione inutile, e persino l'ossigeno che respiriamo.


Riuscendo a riconoscere questi punti si evidenzia quello che siamo stati e siamo ancora, perché staccarsi da tutti questi legami non è facile, anzi! Perciò accettare le situazioni che si rivelano come diversi aspetti della storia diventa fondamentale. Se la rivelazione di tali verità evidenziano l'ignoranza in cui si è vissuti non importa, anzi oserei dire che è un bel passo avanti perché ci si sta rendendo conto della manipolazione in cui siamo stati, e lo siamo ancora oggi, immersi. 


Ovviamente prendere atto e accettare questa realtà porta a volersi distaccare e non riconoscere più la validità di determinati assunti, questo potrebbe causare svantaggi, ma essi sono solo  apparenti, non sono veramente causati dalla rivelazione della nuova realtà; sei tu che, prendendo consapevolezza di tutta la falsità, non vuoi più mantenerla e quindi inizi a compiere scelte differenti. Poiché, però, sei ancora immerso in questa finzione è ovvio che si notino ostacoli ma questi ci saranno fino a quando non sarai libero completamente.


La vita fisica è legame, tutto è vissuto con l'emotività e questa oggi è nemica, ci mantiene schiavi legati dentro alla matrix. Le emozioni sono i cordoni che tengono imbrigliate le energie. 
Perciò bisogna mettere da parte i legami emotivi, che sono trappole. Cose dell'ego, come la ricchezza e la sicurezza fisica.


Come ho scritto sopra scoprendo le bugie millenarie ci si sente defraudati, imbrogliati e il comportamento che ne scaturisce è il più delle volte espresso con frasi del tipo:
"era sbagliato", " mi hanno ingannato", "ero intrappolato", "la mia essenza è prigioniera", "tutto quello che ho imparato fino ad oggi è inutile."


Questi ostacoli appartengono all'ego. Se la verità deve essere abbracciata, l'ego inferiore, falso che non ha nulla a che fare con il vero Ego o "Io" superiori ossia con l'Essenza, e i suoi ostacoli dovranno essere superati. Purtroppo molti sono a metà nella ricerca della conoscenza reale. Molti non vogliono sapere per paura di quello che potrebbe essere trovato.  Molti non vogliono prendere il comando della propria nave, per timore di  abbandonare le rotte  prestabilite e la comodità. Queste persone non vivono con il cuore, sono comandate dal loro ego inferiore, dalla materialità stessa che non vuole scomparire. 

La veridicità, l'onestà e il coraggio sono le peculiarità del cammino dei veri cercatori.


Oggi l'esposizione del male, dell'inganno e dell'egoismo, a seguito della rivelazione di differenti scenari, sono messi a nudo e imposti agli occhi di coloro che cercano la loro essenza vera. Maya, l'illusione, la Matrix, verrà distrutta completamente. La maschera degli esseri ingannevoli deve essere cancellata se si vuol accedere al SE.


Siamo stati troppo a lungo mille personaggi in cerca di autore, oggi la farsa, la Commedia è finita.

Fino ad oggi pochi hanno osato mettere in discussione i valori della società in profondità. Fino a questo momento l'effetto della società sull'individuo aveva come scopo il tenerlo rinchiuso con etichette e la conformità e i compagni di vita servivano proprio per mantenere le catene; ogni individuo è il carceriere del suo vicino. Ne è dimostrazione  il fatto che solo i più coraggiosi contestano i fondamenti  della società: la famiglia, il matrimonio, le religioni gli usi e i costumi, le scienze, e così via.

Spesso sto incontrando persone che si innalzano a difensori di Madre Natura.
Anche questo è un legame fittizio, non vero, una falsità creata per tenere legati. Ma se poi decidi di mettere in dubbio Madre Natura e la vuoi vedere con i veri occhi scopri che come nella società c'è dolore, anche nella Madre natura esiste la stessa cosa, la prima fra tutte è la catena alimentare, l'essere più grande che mangia il più piccolo, la legge del più forte. Vedi che è lo stesso meccanismo presente nella società? Vuoi accettarla questa visuale o è troppo forte? Hai il coraggio di vedere in Madre Natura non la mamma amorosa ma una legge prestabilita?

Poi se vai più a fondo scopri anche che il concetto di Madre Natura è un'abominevole trasformazione dell'antica primordiale credenza umana. L'uomo quando ancora viveva nella sua semplicità, libero e in pace riconobbe l'esistenza della Madre Divina, ossia della Casa Generatrice da cui provengono le energie cosmiche. Quelle entità che presero il sopravvento, gli Elohim, modificarono tale fede e per eliminare questo antico culto, dapprima l'hanno sostituita con “madri” di diverse culture, come ‘madre terra’, ‘madre natura’ e, successivamente, danneggiarono ulteriormente l’immagine della Divina Madre, attribuendogli, falsamente, qualità lussuriose e vendicative. L’interpretazione della dea Kali, è uno di quei falsi attributi.
Per cercare di trovare il buono ad ogni costo molti pensatori sono finiti frustrati e hanno creato arzigogoli mentali per far "quadrare il cerchio " ad ogni costo.

I fenomeni naturali non sono naturali, non esiste Madre Natura, anch'essa è Maya.

Per cercare comprensione e trovare armonia i più sono arrivati ad accettare l'esistenza di un Dio vendicativo, un Dio controllore e anche assassino, un Dio spietato che ha creato nei regni animali e vegetali la legge del più forte e ha sottomesso il tutto ad un essere che considera superiore, un Dio che uccide migliaia di persone, devasta. Altri invece hanno preferito dichiarare la morte di questo Dio  o la sua inesistenza. Abbiamo fatto così perché l'intelletto ci fa capire che un Dio così non può essere il vero Padre, che il generatore non può creare la lotta interiore, la dualità del bene e del male che ovunque qui è espressa sia nel mondo umano, sia in quello animale sia nel vegetale e negli eventi naturali. Il male è presente ovunque. E se stiamo a guardare ciò che Trimegisto asseriva"come sopra così è sotto" allora lo specchio sopra è un Dio maligno? Per me questo non ha alcun senso.

Qual'è la sfida che attende il cercatore di verità?

Punto primo

Vedere che la coscienza è controllata  in  questa falsa creazione, è prigioniera perché serve per mantenere viva questa  finzione; 
vedere come si è evoluto e come evolve questo sistema;
vedere il male, dissimulato a suo vantaggio; 
vedere l'evoluzione degli esseri maligni e robotici che detengono il comando; 
vedere lo sfruttamento dei veri esseri.


Punto secondo

Esaminare gli schemi della natura che costituiscono Maya; 
Esaminare la vita e tutte le sue sfaccettature:  ferite, incidenti, malattie, sofferenze e morte;
Esaminare  la società, le famiglie e i loro legami; la dipendenza dalle emozioni; gli aspetti economici; le leggi, le tradizioni, le  istituzioni, le tecnologie,  la salute e le chiese.



Da queste analisi si noterà che tutto è parte di un'illusione che annebbia la coscienza.  Vedendolo come tale si comincerà a capire la ragione della confusione su questo piano, la ragione delle aberrazioni senza senso, lo sfruttamento emotivo degli esseri in questo piano, l'intrappolamento delle coscienze, e l'apparente mancanza di senso dell'Esistenza.



Qualora si dovesse smettere di vedere queste cose come parte dell'illusione allora si rientrerà nel cammino della confusione, della frustrazione e dell'incapacità di risolvere in modo razionale i misteri insondabili della natura, dell'uomo e dell'eterna lotta del bene contro il male, la dualità che si esprime in Maya .


Smettere di vedere queste cose come parte di un'illusione significa non essere pronti per il cambiamento e la crescita interiore, la riconnessione con la nostra vera Essenza. Uno solo può fornire le risposte quando l'immagine totale è vista come un mosaico completo, il tuo Se superiore Interiore. Non basta esaminare e contestare frammenti, o accettare verità parziali che possono essere interessanti per noi, o accettare spiegazioni teoriche perché sono incomplete.

Tutto deve essere spiegato razionalmente, niente deve essere velato non deve più esserci il mistero, i dogmi incomprensibili da accettare per atti di fede usando la scusa che è così che l'uomo saprà a tempo debito. I ciarlatani e i robot programmati tentano di convincerci di non cercare la verità e accettare le dosi massicce di ignoranza e buio che hanno causato tanta caduta nella vera coscienza.


Quando uno cerca la verità e mette in discussione le cose, le accettate "regole" della nostra società, di madre natura, di trattati filosofici del passato, della dottrina religiosa, della teologia e della teosofia, e dell'umanità e la sua esistenza si Trasforma in discutibili.



Quanto più la verità si rivela, più si scartano queste regole, perché sono viste come quello che realmente sono, illusioni imposte artificialmente. Costoro che hanno instaurato nei tempi remotissimi tale sistema si sono imposti come inquinanti della mente dell'uomo che scollegandola dalla mente del cuore è divenuta nemica dell'essere umano .



Costoro sono un piano malvagio per catturare i veri esseri, per ridurre la coscienza, per rubare l'energia che è la vera identità, è la divinità. Lo fanno attraverso la riduzione della comunicazione della vera mente spirituale interiore con la mente esterna.


La sfida, dunque , è vedere la verità nella sua interezza; contemplare il mosaico completo della realtà al di là delle illusioni. Uno sforzo individuale si chiede, ed è necessario per affrontare questa sfida.

Tu sei disposto a questo? Sei pronto ad abbandonare tutto e buttarti nel vuoto? Una sorpresa magnifica ti attenderà, scoprirai che non esiste il vuoto, il buio ma una vera luce.

Buon lavoro Cercatore di Verità e buon viaggio

POST RECENTI

Article To PDF

Post popolari in questo blog

SIONISMO CON BIG PHARMA L'INDUSTRIA DELLA MORTE LEGALIZZATA ATTRAVERSO I VACCINI?

COSA SI NASCONDE NELLA TESSERA SANITARIA?

ITALIA APPELLO EMERGENZA NEVE: MAL TEMPO NEVE E IGNAVIA GOVERNATIVA

I MIEI LIBRI IN VENDITA